/ BAROLO CHINATO


Caratteristiche del prodotto



Storia  -  Diffuso in Piemonte a partire dalla fine dell’Ottocento e noto come elisir corroborante. L’antica ricetta prevede l’aggiunta di un infuso di corteccia di china calissaja insieme ad altre ventisette spezie alla base di vino Barolo affinato 3 anni


Degustazione  -  Rosso granato con riflessi color mattone. Profumo complesso e di notevole persistenza con sentori di spezie ed erbe aromatiche, sulle quali primeggiano china calissaja, rabarbaro e cannella. Al gusto risulta pieno, vellutato e avvolgente. Piacevole il retrogusto amarognolo che riconduce alle sensazioni olfattive.


Preparazione  -  Alla base di Barolo vengono aggiunte le ventotto spezie e lasciate in infusione per novanta giorni. Dopo l’imbottigliamento, il Barolo chinato riposa per altri novanta giorni prima di essere commercializzato.


Abbinamenti  - Sublime digestivo, ancor più se accompagnato da cioccolato fondente con un’alta percentuale di cacao. Perfetto vino da meditazione.
Temperatura di servizio   18° - 20° C.